Cottura a vapore: tutto quello che devi sapere sui forni combinati

I forni combinati sono i preferiti dai grandi Chef che amano la cottura a vapore.

In questo articolo scoprirai come funzionano i forni combinati e come avviene la cottura a vapore al loro interno. Quando si parla di forni combinati si parla di forni capaci di cuocere i cibi in tutti i modi, ovvero in modalità multifunzione: cottura tradizionale o termoventilata, cottura a vapore e sottovuoto. Un forno di questo tipo, quindi, offre tutte le funzioni di un forno tradizionale, più i vantaggi del vapore.

Da anni la cottura al vapore è una delle preferite dai grandi Chef, sia perché richiede meno condimenti rispetto alle cotture tradizionali, sia perché conserva i profumi, i colori e la consistenza degli alimenti di partenza. Senza entrare nei tecnicismi dell’argomento, è importante sapere che esistono due tipi di forni vapore:

  • modelli che sfruttano l’acqua spruzzata da particolari iniettori presenti all’interno degli elementi riscaldanti del vano cottura (il vapore prodotto viene poi nebulizzato all’interno del forno);
  • modelli che sfruttano il vapore prodotto da un generatore autonomo all’esterno della camera di cottura.

E’ dal 2014 che le vendite di forni multifunzione continuano ad aumentare sia in Italia che in tutto il mondo. Il motivo di questo successo? La tecnologia sempre più smart che soddisfa davvero ogni tipo di esigenza e, soprattutto, ogni tipo di cuoco. Se non sei un cuoco provetto, infatti, puoi contare sui modelli forni muniti della funzione “chef assistant”, per avere a disposizione in ogni momento indicazioni molto precise in merito alla ricetta che vuoi preparare. Molti forni mettono a disposizione video o libri virtuali di ricette. Un esempio? Samsung da poco ha immesso sul mercato la nuova Chef Collection ispirata ai segreti dei cuochi stellati Michelin.

Di seguito abbiamo selezionato le aziende che hanno immesso sul mercato modelli di forni innovativi e sempre più sofisticati.

  • Steam Defrost di Hotpoint scongela delicatamente e omogeneamente i surgelati e i congelati con il vapore. Il sottovuoto, che avviene o direttamente nel forno o in un apposito cassetto a bagnomaria, cucina lentamente a calore basso il cibo posto all’interno del sacchetto sigillato.
  • Con il forno Dual Cook di Samsung  potrai scegliere se utilizzare il vano del forno in tutta la sua capacità o se inserire l’elemento separatore per ottenere due forni autonomi, evitando così dispersioni di calore e schock termici ai cibi.
  • Grazie alla tecnologia Sesto Senso dei forni Whirlpool, l’acqua in poco tempo raggiunge la temperatura di ebollizione e grazie a particolari sensori in grado di rilevare il grado di umidità, viene automaticamente regolata per la cottura al vapore.
  • Il forno Dialog Oven di Miele sfrutta le onde elettromagnetiche adattandosi alla consistenza e alla tipologia degli alimenti (sarà in vendita entro il 2018).
  • Dalla Asko, azienda scandinava, arriva lo Steam Oven Craft A+, un forno combinato con 15 modalità di cottura.
  • FULLSTEAM di Neff è il forno dotato della porta a scomparsa Slide&Hide: la maniglia ruota facendo slittare la porta, silenziosa e ammortizzata, all’interno della cavità del forno, lasciandoti libero di accedere ai piatti che stai preparando.
  • L’innovativo forno CombiSteam Pro della Elecrolux ti permette di scegliere il livello di vapore che meglio esalta la tua ricetta. NB: è lo stesso forno usato dagli aspiranti cuochi di Masterchef.

Leave A Comment